RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter

Homepage

Aggiornamenti

Proposta di Innovazione

Proposta di Innovazione

Proposta di Innovazione

Leggi tutto

Formulazione dei piani alimentari alternativi

La proposta innovativa si fonda sulla sostituzione della soia quale fonte proteica in alimentazione animale tenendo conto degli aspetti ambientali, economici e, di quelli legati alla qualità dei prodotti di origine animale in termini di salute umana. Saranno, pertanto, individuate le granelle di leguminose da utilizzare nella formulazione dei piani alimentari alternativi per le quali è previsto lo studio delle condizioni economiche e produttive più favorevoli.

Leggi tutto

Autoproduzione e riduzione dei costi

La proposta di innovazione parte dalla considerazione che i costi e la disponibilità della soia dipendono fortemente dai prezzi dei prodotti agricoli sul mercato mondiale, da cui gli allevatori sono fortemente condizionati. L'impiego di granelle in alternativa dà loro la possibilità di autoproduzione e di riduzione dei costi del processo produttivo e sulla qualità nutrizionale delle derrate.

Leggi tutto

Miglioramento sul mercato

Il progetto rappresenta la base per poter raccogliere le informazioni tese a verificare gli impatti positivi sulla salute animale ed umana con conseguente miglioramento della posizione degli allevatori sul mercato in termini di riduzione dei costi e di qualità del prodotto.

Leggi tutto

Responsabile scientifico ed Ente capofila

Federico Infascelli
Responsabile tecnico-scientifico

Responsabile scientifico di attività Centro di Competenza sulle Produzioni Agroalimentari Regione Campania (Linea: Carne bufalina), POR 2000-2006 Misura 3.16; Responsabile scientifico del progetto 'Influenza dell'adozione del sistema di allevamento biologico sulle produzioni e sul benessere animale', Regione Campania - C.R.A.A., Protocollo d'intesa DGR n. 1521 del 24.4.03. Autore di oltre 200 lavori scientifici tra i quali: Calabrò et al., 2014: Meat quality of buffalo young bulls fed faba bean as protein source. Meat Sci., 96 (1), 591-596. Cutrignelli et al., 2013. Conjugated linoleic acid and fatty acids profile in buffalo meat. Buff. Bull., 32(2), 1270-127. Tudisco et al., 2010. Influence of organic systems on milk fatty acid profile and CLA in goats. Small Rum.Res. 88(2-3), 151-155. Cutrignelli et al., 2008. Effects of two protein sources and energy level of diet on the performance of young Marchigiana bulls. 1. Infra vitam performance and carcass quality. It. J.Anim.Sci., 7(3), 259-270. Cutrignelli et al., 2008 Effects of two protein sources and energy level of diet on the performance of young Marchigiana bulls. 2. Meat quality It.J.Anim.Sci.7,(2), 271-285.

emailwebsite
IRFoM Istituto di ricerca e formazione per il Mezzogiorno
Ente capofila

I.R.Fo.M ente di formazione, di ricerca e di consulenza. Accred. Regione Campania: cod. 01767/02/10. Iscritto anagrafe naz.le delle ricerche cod. CAR: 61119UWQ.
Elenco di alcuni dei progetti e delle ricerche svolte:
1) IL SETTORE BUFALINO E LA SALUTE DEI LAVORATORI –finanziato dall'INAIL - DR Campania. Partenariato INAIL Campania - EBIAGRI, IZSM di Portici, ANASB - CCIAA Caserta
Luogo di realizzazione: province di Salerno e Caserta. - Dic 2014 -Mar 2017
Obiettivi: prevenzione delle malattie professionali negli allevamenti bufalini con individuazione di possibili zoonosi, connesse agli ambienti di vita e di allevamento e alle trasformazioni di prodotti di origine animale.
Attività: Ricerca sul settore bufalino; incontri con imprenditori, Focus groups. Definizione di manuali per la sicurezza. Sensibilizzazione operatori. Pubbl.Inail ed, 2017
2) Capofila FFRESCO Campano PSR CAMPANIA 2007/2013 MIS. 124 (HC) AMBITO OPERATIVO INNOVAZIONI CONNESSE AL MIGLIORAMENTO DELLA COMPETITIVITÀ DEL SETTORE LATTIERO - CASEARIO BOVINO - Luogo di realizzazione: Campania. Periodo: Apr 2014 /dic 2015
Partners: CNR, aziende Paradiso, Spagnoletti, Carpinelli e New Food, supermercati Decò.
Obiettivi: introdurre innovazioni di processo e di prodotto mantenendo le caratteristiche di tipicità; salvaguardare le tradizioni rurali; arricchire la tipologia della produzione. Produzione di un formaggio fresco spalmabile conservato con estratti vegetali ottenuti da piante officinali della Campania ed utilizzati come conservanti naturali.
3) ZOOTECNIA E SICUREZZA finanziato INAIL di Benevento e Avellino. Durata: apr 2012 - ott 2013; Luogo di realizzazione: Benevento e provincia.
Obiettivi: Definire buone prassi per ridurre gli infortuni. Individuare le attività a rischio per la sicurezza, i punti di forza e di debolezza della filiera connessi ai rischi del settore.
Attività: Pubblicazione di ricerche e manuali sulle buone prassi per la sicurezza; sensibilizzazione dei produttori alla sicurezza e alla responsabilità sociale. Sicurezza… in allevamento, Inail ed, 2014
4) CHICCHI DI SICUREZZA. La sicurezza nel settore vitivinicolo -2013- Finanziato INAIL Avellino e Benevento. Obiettivi: Favorire la conoscenza dei lavoratori sui rischi nelle singole fasi lavorative, introduzione di pratiche organizzative volte alla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori. Diffondere la cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro e il rispetto degli obblighi di legge. Attività: Ricerca; seminari in/formativi; pubblicazione di un volume; creazione di manuali operativi.
5) SICUR.A – SICUREZZA IN AGRICOLTURA. Finanziato INAIL Avellino e Benevento. Mar 2011. Obiettivi: Migliorare le condizioni di sicurezza e della salute in agricoltura; introdurre pratiche organizzative di qualità. Attività: Ricerca; seminari in/formativi di sensibilizzazione; pubblicazione dei risultati della ricerca; produzione di un video. Sicur.A – La sicurezza in agricoltura, pubblicazioni INAIL 2011

emailwebsite

Contatti

marchi.leg
Centro di Formazione - I.R.FO.M., SS7, Tufara, AV, Italia
+39 0825 1854485

Patrocinio